Questo sito utilizza i cookie. Cliccando su "OK" o proseguendo nella navigazione si acconsente all'utilizzo dei cookie.

The Job of my life!

C'è un'iniziativa del governo tedesco che incentiva l'apprendistato dei giovani europei under 27 non laureati. Vediamo in cosa consiste.

Il progetto tedesco

Il “lavoro della vita”? Fa rotta sulla Germania, da Monaco a Berlino. The Job of my life, il progetto cordinato dal Ministero Federale per il Lavoro e gli Affari Sociali (Bmas) e l'Agenzia Federale per l'Impiego (Ba) tedeschi, offre a una selezione di under 27 da tutta Europa la possibilità di svolgere un corso di formazione professionale in Germania. Solo in Italia è scattata la ricerca di 246 candidati per mestieri a caccia di «nuove leve giovani e motivate»: dai parrucchieri ai media designer, dagli assistenti per anziani ai manager specializzati in logistica. Il modulo si rifà allo schema tedesco del “vocational training”, i corsi di formazione duale che alternano basi teoriche e formazione pratica in azienda. Un bacino che frutta ai 16 land tedeschi una gamma di 350 profili professionali, distribuiti soprattutto nei macrofiloni di artigianato, industria e servizi.

Indennizzo minimo sopra gli 800 euro. E corso di tedesco gratis.

Requisiti per la candidatura: età compresa tra i 18 e i 27 anni, cittadinanza europea, non aver conseguito una laurea di secondo livello, residenza in un paese europeo o nella stessa Germania da non più di tre mesi, diploma scolastico. La conoscenza del tedesco è “vantaggiosa”, ma non obbligatoria: tra gli obiettivi del programma c'è proprio l'acquisizione di una conoscenza media della lingua (livello minimo: B1), introdotta da un corso preliminare in Italia e rifinita nelle settimane di internship. L'apprendistato può durare dai due ai tre anni a seconda della specializzazione, con un pacchetto di benefit che fa invidia al grosso delle borse internazionali: dal training individuale per «un primo orientamento in Germania» ai rimborsi che coprono quasi per intero i costi complessivi. Nel dettaglio i candidati incassano un indennizzo minimo di 818 euro mensili, con tanto di 130 euro di bonus per ogni figlio a carico. Le visite di famiglia sono coperte da assegni da 200 o 300 euro a seconda che la distanza dal comune di residenza sia inferiore o superiore ai 500 chilometri. In aggiunta, gli apprendisti più indecisi possono contare su un tutoring privato che fa luce su attitudini e sbocchi di carriera.

Leggi tutto l'articolo da: Il Sole 24 Ore

e-max.it: your social media marketing partner

Qualità in Azienda

"Qualità totale significa semplicemente fare ciò che dobbiamo fare".

- Kaoru Ishikawa -

SISMOB

"L’obiettivo del nostro team è quello di permettere alle Aziende aderenti di emergere nel panorama globale per competere e confrontarsi con i mercati più redditizi. Le necessità o le ambizioni dell’impresa rappresentano l’opportunità per crescere."

Francesco Montano
Co-Founder Ai Partners

Adv1